Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Lægehjælp

I cittadini italiani stabilmente residenti in Danimarca hanno diritto a beneficiare dell’assistenza sanitaria danese. Preliminarmente, è necessario registrarsi presso l’ufficio Folkregister, al fine di ottenere il CPR number (Central Person Register) e la Yellow Card, la tessera sanitaria danese (sygesikingbevis). Si può fare richiesta in ogni momento, ma non prima di un mese dalla
data del proprio trasferimento in Danimarca. Dopo circa 2-4 settimane dalla registrazione, si riceverà la Yellow Card presso il proprio indirizzo di residenza.

Al momento della registrazione, è possibile scegliere il proprio medico di famiglia secondo due modalità:

1) Il medico generico (o ‘di famiglia’) viene indicato dal Folkeregister e deve essere confermato dal residente, che dopo un anno può cambiare medico, segnalando il motivo della sua scelta alle autorità;

2) è possibile non effettuare alcuna scelta del medico. In tale caso, il residente potrà rivolgersi di volta in volta a qualsiasi medico di sua scelta, ma dovrà corrispondere inizialmente il pagamento dell’onorario, richiedendo successivamente allo Stato il rimborso dei 2/3 di esso.

 

Il sistema sanitario pubblico danese, non dissimile da quello italiano, è caratterizzato dai seguenti aspetti fondamentali:

  • Tutti i residenti nel Regno (cittadini danesi e stranieri residenti) devono essere obbligatoriamente iscritti;
  • L’accesso ai servizi è generalmente gratuito. Esso è finanziato tramite il prelievo fiscale e solo in piccola parte da ulteriori ‘ticket’ pagati dai singoli cittadini come contributo alla spesa pubblica in medicine, cure dentistiche e altre cure ausiliarie;
  • Il costo dei farmaci è parzialmente rimborsato dallo Stato (dietro apposita richiesta al proprio medico generico), ma solo se tali farmaci sono inclusi in un elenco approvato dall’Autorità sanitaria danese (Sundhedsstyrelsen);
  • Anziani e le persone in stato di disagio economico sono di norma esentati dal pagamento dei farmaci;
  • I trattamenti di assistenza dentistica sono gratuiti per tutti i residenti fino ai 18 anni di età.
  • La prescrizione del medico generico è sempre necessaria. Questi, dopo una visita, provvederà eventualmente a indirizzare il paziente verso prestazioni specialistiche.

Il numero telefonico per le emergenze mediche è il 112, lo stesso di polizia e vigili del fuoco. In caso di situazioni che non comportino rischio immediati per la salute (ferite o malattie non gravi, il numero da contattare per parlare con un infermiere o un medico è il +45 1813.

 

I cittadini non residenti in Danimarca, ed in generale tutti coloro che avessero necessità di assistenza medica durante un periodo di vacanza, lavoro o studio senza trasferimento di residenza, dovranno essere muniti della tessera TEAM (Tessera Europea di Assicurazione e Malattia, o European Health Insurance Card), la quale è valida in tutta l’Unione Europea e sostituisce i precedenti modelli E110, E111, E119 ed E128. La TEAM dà diritto a ricevere le cure mediche necessarie (non solo quelle urgenti) in tutta la UE e nei paesi convenzionati dell’EEA. Non può però essere utilizzabile per cure programmate di alta specializzazione.

Per maggiori informazioni si rimanda al sito web del Ministero della Salute.

Al tempo stesso, i cittadini italiani residenti in Danimarca, che intendano soggiornare all’estero per un periodo di tempo limitato, debbono munirsi dell’equivalente della tessera TEAM, la Blue European health insurance card. Per informazioni al riguardo, si prega di consultare il sito: https://lifeindenmark.borger.dk/healthcare/

 

Si rammenta che i cittadini italiani che trasferiscono la propria residenza all’estero, con iscrizione all’A.I.R.E., perdono il diritto all’assistenza sanitaria italiana. La perdita dell’assistenza sanitaria avviene automaticamente nel momento in cui ci si iscrive all’A.I.R.E. Il Comune Italiano presso cui si era registrati (A.P.R) comunica alla ASL la cancellazione della residenza italiana. Oltre alla cancellazione del medico di base, viene meno la possibilità di acquistare medicinali attraverso il ticket, nonchè il diritto all’assistenza sanitaria ospedaliera tramite mutua. In ogni caso, per coloro che –  residenti all’estero ed iscritti A.I.R.E. o soggetti titolari di pensione italiana – rientrano per un periodo di tempo limitato in Italia, il Servizio Sanitario Nazionale o (SSN) offre assistenza sanitaria d’urgenza con le seguenti limitazioni :

 

  • L’assistenza è assicurata per un periodo massimo di 90 giorni nel corso dell’anno solare;
  • L’assistenza è limitata alle sole prestazioni urgenti ospedaliere di malattia, infortunio e maternità;
  • L’assistenza specialistica è limitata alle visite ed accertamenti diagnostici nei presidi ed ambulatori pubblici;
  • L’assistenza ospedaliera è limitata alle prestazioni in forma diretta negli ospedali pubblici e strutture convenzionate;