Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

100 anni della Residenza Italiana in Fredericiagade

Foto sito bordi blu

Lunedì 24 giugno 2024, la Residenza Italiana ricorderà  i suoi primi 100 anni a Fredericiagade 2. Per l’occasione, ospiterà la conferenza “I tesori d’arte nelle collezioni reali nelle Ambasciate italiane, vetrine delle migliori scuole artigianali nazionali e del made in Italy”, organizzata insieme a Palazzo Reale di Milano.

Ripercorrendo la storia che, dal primo dopoguerra, ha forgiato il ruolo delle Ambasciate italiane nella promozione dell’immagine dell’Italia e del made in Italy, si rappresenterà il quadro di quanto avvenne in quel periodo in Italia, a seguito anche della cessione allo Stato di numerose Dimore Reali, delle opere d’arte e degli arredi ivi contenuti. Il trasferimento di tali  opere e mobilia a varie Ambasciate nel mondo, mentre venivano gettate le basi di Scuole di lingua e cultura italiana all’estero, si intreccia con lo spostamento della Residenza a Fredericiagade, con il disegno di farne una vetrina dell’Italia in Danimarca, a suggello delle eccellenti relazioni che correvano fra i due Paesi.

L’assessore alla Cultura di Milano, Tommaso Sacchi, il Direttore di Palazzo Reale, Domenico Piraina, e il Responsabile della Valorizzazione di Palazzo Reale , Simone Percacciolo, daranno testimonianza di come il Comune milanese stia svolgendo oggi un compito unico nel ricomporre la nascita di una divulgazione culturale ed artistica che porta nel mondo il patrimonio italiano grazie all’impegno che la città vi dedica da tempo.

Il legame tra le Ambasciate d’Italia e la città di Milano – già reso evidente dalla presenza, non di rado, di opere gemelle conservate a Palazzo Marino – viene suggellato, nello specifico caso di Copenaghen, in nome di un progetto di promozione della storia dell’arte e dell’artigianato italiani.

La comunanza di intenti tra il capoluogo lombardo e l’Ambasciata d’Italia a Copenaghen emerge anche, fra le altre cose, nella partecipazione attiva a iniziative che vedono il design contemporaneo italiano protagonista, a cominciare dalla presentazione del Salone del Mobile, nella capitale danese, qualche mese fa, per finire con la partecipazione del progetto “An Italian Affair“, giusto la scorsa settimana, al 3daysofdesign.

foto: Jens Lindhe

foto: Jens Lindhe