Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Copenaghen – Giornata italiana della Ricerca

Giornata ricercatori logo

La ricorrenza della Giornata italiana della Ricerca è iniziata ieri a Copenaghen con una tavola rotonda organizzata dall’Ambasciata con la Technical University of Denmark DTU ed il Politecnico di Milano.

Il Prof. Claus Helix-Nielsen, capo del Dipartimento Sustain, insieme a vari titolari di diversi comparti alla DTU ed il Prof. Liberato Ferrara, con la Prof.ssa Manuela Antonelli – ambedue docenti presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale del Politecnico di Milano – si sono  pragmaticamente confrontati su approcci all’innovazione, progetti da sviluppare congiuntamente e scambi di studenti da avviare già nelle prossime settimane per corroborare quelle correnti di forte intesa e collaborazioni già esistenti.

Due politecnici moderni, tesi quotidianamente a preparare tramite la ricerca una transizione verso sistemi e nuovi strumenti a tutela dell’ambiente, con una metodologia di studio efficiente e consapevole dei rischi che il pianeta corre, ma anche dell’esigenza di restituire ai cittadini qualità della vita: DTU e Politecnico di Milano hanno trovato molti argomenti per rafforzare la cooperazione, concentrando gli obiettivi prioritari che i rispettivi Paesi condividono in programmi concreti da sviluppare in comune. Facilitati da una forte complementarietà, lavorando fin d’ora ad una formula da concordare per meglio strutturare l’impegno congiunto, i due centri universitari si sono quindi ingaggiati a proseguire una stretta collaborazione per far progredire insieme progetti utili a tutti, a cominciare da Italia e Danimarca, sempre guardando alle linee guida europee ed alle mete ambiziose che l’UE pone per i prossimi anni.

Al fine di completare il panorama di quanto la ricerca sta costruendo in Italia per future collaborazioni internazionali, la Fondazione Rome Technopole riporterà oggi, in un incontro presso l’IIC di Copenaghen, attraverso l’autorevole presenza del suo Direttore Scientifico, l’Ing. Franco Fossati, le esperienze e l’ampio novero di iniziative di cui la Fondazione è portatrice e a cui la Danimarca ha già dimostrato profondo interesse nei mesi scorsi, specie in materia di nuova urbanizzazione, di gestione delle fonti di energia e dei rifiuti nonché di opportunità offerte da ecosistemi caratterizzati da un elevato livello di innovazione.
Trasformare le sfide in nuove opportunità per migliorare la vita dei cittadini, offrendo possibilità di misurarsi in particolare a giovani scienziati e ricercatori ed al mondo delle imprese: questo, in sintesi, quanto Rome Technopole presenta al mondo accademico e scientifico danese, anche attraverso incontri a latere con Danish Academy of Technical Sciences ATV e il Dipartimento Construct della Technical University of Denmark DTU, ponendo l’accento sulle attese delle comunità locali e sull’esigenza di mettere insieme le forze migliori per garantire la riuscita di obiettivi comuni.