Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Edizione 2023 della Giornata della ricerca italiana nel mondo

Lo scorso 21 aprile l’Ambasciata d’Italia in Copenaghen ha celebrato la sesta edizione della Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo con l’organizzazione di un seminario sulla sostenibilità applicata ai settori dell’ambiente, delle costruzioni e del diritto internazionale.

Ospite d’onore dell’iniziativa è stato il Prof. Roberto Zoboli, Direttore dell’Alta Scuola per l’Ambiente, il quale ha evidenziato la posizione di avanguardia che l’Italia ha assunto nel campo dell’economia circolare e delle “good practices” ad essa connesse. Tale posizione – ha sottolineato – è stata raggiunta grazie ad una fitta rete di centri di ricerca accademica ed inter-universitaria tra cui, in particolare, l’Istituto di Ricerca sulla Crescita Economica Sostenibile (IRCRES) la cui attività è incentrata sull’analisi della sostenibilità dei grandi sistemi delle società contemporanee; di rilievo anche le possibilità di cooperazione offerte dal progetto europeo Social Innovation Ecosystem Development (SEEDS) alle cui attività nel campo delle politiche e pratiche di innovazione sociale gli interlocutori danesi sono stati invitati ad unirsi. Il Prof. Zoboli ha infine illustrato un interessante modello di analisi dell’impatto sociale dei grandi eventi, eventualmente da utilizzare in caso di successo della candidatura di Roma ad EXPO2030.

Al seminario è intervenuto anche il Prof. Michael Hauschild, Direttore del Centro per la Sostenibilità Assoluta della DTU (Danish Technical University), la cui attività riguarda essenzialmente lo sviluppo della ricerca tecnologica applicata alla sostenibilità in senso lato. Egli ha sottolineato la necessità di coinvolgere sempre più attori internazionali nella transizione sostenibile – che altrimenti sarebbe ristretta ad un numero limitato di Paesi avanzati – ed ha illustrato il concetto di sostenibilità assoluta da intendersi come l’esigenza di soddisfare i bisogni delle generazioni presenti e future nell’ambito dei limiti e dei confini bio-fisici, degli eco-sistemi e delle caratteristiche climatiche del nostro pianeta.

Apprezzati anche l’intervento del Prof. Alessandro Monti della Facoltà di legge dell’Università di Copenaghen – che ha esposto le caratteristiche ed i fattori di successo del settore eolico off-shore in Danimarca – e quello della prof.ssa Daniela Pigosso della DTU incentrato sull’analisi dell’applicazione dei principi della sostenibilità al settore industriale.

La sesta giornata della ricerca italiana nel mondo ha in definitiva confermato le forti complementarietà esistenti tra gli ambienti accademici, universitari e della ricerca italiani e danesi, ed il rilevante impegno ed interesse di questi ultimi all’approfondimento dei reciproci rapporti – mediante un proficuo lavoro su progettualità comuni – anche a sostegno del mondo produttivo dei due Paesi.

I relatori:

roberto zoboli foto

Prof. Roberto Zoboli: “Circularity in Italy and Opportunities for research cooperation”

michael hautschild

Prof. Michael Hauschild: “The need for an absolute perspective on sustainability”

monti foto

Associate Professor Alessandro Monti: “The EU legal framework for offshore wind”

foto pigosso

Associate professor Daniela Pigosso: “Sustainability trends in industry”